menochilipiùsorrisi

esami-menochilipiusorrisi-e1637504116337.jpg

In tanti mi chiedete che tipo di esami eseguo durante le visite negli studi #menochilipiùsorrisi
Dunque, oggi vi parlo di 𝑩𝒊𝒐𝒊𝒎𝒑𝒆𝒅𝒆𝒏𝒛𝒊𝒐𝒎𝒆𝒕𝒓𝒊𝒂 𝒆𝒅 𝑨𝒅𝒊𝒑𝒐𝒎𝒆𝒕𝒓𝒊𝒂

𝑩𝑰𝑶𝑰𝑴𝑷𝑬𝑫𝑬𝑵𝒁𝑰𝑶𝑴𝑬𝑻𝑹𝑰𝑨: Si effettua grazie ad uno strumento professionale (il bioimpedenziometro – ,
tramite l’applicazione di due coppie di elettrodi rispettivamente sulla mano e sul piede dello stesso lato del corpo, in posizione supina, con gli arti leggermente divaricati. Grazie al passaggio di una corrente molto lieve (non percepibile dal paziente), lo strumento dà informazioni fondamentali per l’analisi della composizione corporea e la valutazione dello stato nutrizionale e d’idratazione del paziente e quindi per l’elaborazione di un piano alimentare altamente personalizzato.

𝑨𝑫𝑰𝑷𝑶𝑴𝑬𝑻𝑹𝑰𝑨: L’adipometria è una metodica che permette un’analisi quali-quantitativa dei tessuti (muscolare e adiposo sottocutaneo) di qualunque parte del corpo si desideri misurare. Si tratta di un’ecografia, quindi un esame non invasivo e non dannoso, svolto con una sonda ad ultrasuoni (BODIMETRIX BX2000 Hosand Technologies) e l’applicazione di poco gel per ecografie. In tempo reale e in pochissimi minuti il paziente può osservare nel monitor un’immagine, detta stratigrafia, che riporta gli strati del grasso sottocutaneo e del muscolo della zona analizzata.

Spero di avervi fatto un po’ di chiarezza;
Scegliete per il vostro percorso di vita qualcuno che si prenda cura di voi a 360°❗


biscotti-dolci-salati1-e1635146062719-1280x841.jpg

Una domanda che mi fate spesso è sulla tipologia di 𝑩𝑰𝑺𝑪𝑶𝑻𝑻𝑰 da preferire ⬇
Oggi vi chiarisco un po’ le idee 🥰

Ma i biscotti fanno bene o male? Possiamo concederci questo sfizio oppure sarebbe meglio evitare di mangiarli, per mantenere la nostra linea?
Ecco tutto ciò che dovete sapere prima di acquistare una confezione al supermercato

I biscotti, tanto amati da grandi e piccini, non sono tutti uguali dal punto di vista nutrizionale. Questi dolcetti si possono dividere in quattro macrocategorie:
➡ Biscotti secchi (generalmente più leggeri)
➡ Frollini (fatti con l’uovo)
➡ Integrali (con fibre)
➡ Light (senza un ingrediente specifico)
Quasi tutte le tipologie contengono principalmente carboidrati e grassi.

🟢 Possiamo affermare che i biscotti si possono considerare come un dolce versatile, nel senso che possono influire sulla nostra linea quando esageriamo con le quantità.
⚠ La porzione consigliata per un adulto, in generale, è di 30 g, ma non tutti i biscotti sono uguali. Per esempio, 30 g di biscotti al cioccolato possono corrispondere a due pezzetti e mezzo, e fino a dieci dei biscotti secchi semplici. 30 g di frollini possono corrispondere, invece, a quattro biscotti in totale.

🟡 Gli integrali sono utili se hai bisogno di integrare della fibra, anche se non tutti i biscotti che si trovano al supermercato hanno una stessa percentuale di fibre.
🟡 Se biscotti senza zuccheri, non ottieni un risparmio calorico così significativo – dunque non si possono considerare come più sani degli altri.
🟡 I secchi sono quelli meno calorici di tutti. I frollini, invece, sono più o meno calorici in base agli ingredienti che si aggiungono (quelli al cioccolato hanno più calorie di quelli con la frutta secca).

✔ In generale, preferire biscotti con meno zuccheri, meno sale e meno grassi saturi.

Ricordatevi (come vi dico sempre) che se avete il desiderio di mangiare qualcosa, non dovete reprimervi, Semplicemente non dovete ESAGERARE ❗♥️


jcr_content.jpg

Le more sono frutti che, più di altri, variano chimicamente con l’avanzamento della maturazione. Le more primizie, dal sapore acidulo, possiedono un valore energetico moderato mentre quelle colte in stagione avanzata e arida, dal sapore dolcissimo, contengono meno acqua e molto fruttosio.

⚠ Le more NON sono alimenti consigliabili a chi soffre di diverticolosi; esse contengono numerosi piccoli semi che, se rimanessero incastrati all’interno di un diverticolo, potrebbero infiammarlo o infettarlo provocando l’insorgenza di diverticolite.

Tuttavia, nonostante si rendano inadatte in tali circostanze, le more sono consigliabili all’alimentazione di chi soffre di stipsi grazie al buon contenuto in fibra alimentare.

Le more possiedono anche una caratteristica nutrizionale molto utile all’organismo, ovvero l’alta concentrazione di antiossidanti di tipo polifenolico: tannini (soprattutto nei semi) e antociani (anche nella polpa).


WhatsApp-Image-2021-10-23-at-11.56.09-e1635145071799.jpeg

𝑴𝒖𝒇𝒇𝒊𝒏 𝒂𝒍𝒍𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒆 #menochilipiùsorrisi

🔴 INGREDIENTI:
✔ 75 gr Farina 00
✔ 1 cucchiaini Lievito per dolci
✔ 40 g di zucchero di canna a velo
✔ 25 gr Olio semi
✔ 40 gr Yogurt greco bianco
✔ 1 cucchiaio di albume
✔ Qualche goccia di
✔ 60 gr More fresche

🟢 PROCEDIMENTO:
In una ciotola mescolare la farina, il lievito e lo zucchero e amalgamare con una frusta a mano. In una seconda ciotola unire l’albume, l’olio di semi, l’essenza di vaniglia e lo yogurt greco. Mescolare bene con la frusta.
Unire il contenuto della prima ciotola alla seconda e mescolare velocemente con la frusta a mano. Aggiungere le more e amalgamare delicatamente con una spatola.
Foderare uno stampo per muffin con dei pirottini di carta e riempirli con il composto per 2/3 infornare in forno preriscaldato alla temperatura di 180ᵒ per circa 25 minuti.


WhatsApp-Image-2021-10-15-at-16.08.47-e1634562678837.jpeg

𝑷𝒍𝒖𝒎𝒄𝒂𝒌𝒆 𝒛𝒖𝒄𝒄𝒂 𝒆 𝒎𝒂𝒏𝒅𝒐𝒓𝒍𝒆 #menochilipiusorrisi 🎃

🟢 Ingredienti:
– 250 g di farina di riso
– 2 uova
– 100 g di zucchero di canna integrale grezzo a velo
– 30 g di zucchero di canna grezzo per la decorazione
– 150 g di mandorle sgusciate tritate ( 100 g per il ripieno, 50 g per la decorazione)
– 60 g di zucca
– 60 g di olio di semi
– due cucchiaini di lievito in polvere per dolci
– un bicchiere di latte di mandorla

🔴 Procedimento :
Stufare la zucca in una casseruola con pochissima acqua, lasciar cuocere con l’ aiuto di un coperchio fino a che non sarà morbida.
Scolarla bene, lasciar raffreddare, poi frullare ottenendo una purea.
Dividere gli albumi dai tuorli. Nella ciotola con i tuorli unire lo zucchero lasciandone un cucchiaio da parte e lavorare con la frusta elettrica.
Sciogliere il lievito nel latte. Aggiungere il latte, la farina, l’ olio, la purea di zucca e le mandorle prestando attenzione a non formare grumi.
Montare a neve l’ albume con il cucchiaio di zucchero messo da parte.
Unire i due composti con una spatola compiendo movimenti dall’ alto verso il basso in modo che l’ albume non si smonti.
Foderare uno stampo da plumcake con carta da forno e cuocere il plumcake in forno statico a 180 ° per circa 40 minuti.
Una volta tiepido decorare con un misto di granella di mandorle e zucchero di canna grezzo mescolati con un paio di cucchiai d’ acqua per far aderire alla superficie del dolce.


zucca-mozzarella-in-padella.jpg

𝒁𝒖𝒄𝒄𝒂 𝒑𝒓𝒐𝒇𝒖𝒎𝒂𝒕𝒂 𝒊𝒏 𝒑𝒂𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 😋😋 #menochilipiùsorrisi

🔴 INGREDIENTI:
✔ 150 g di zucca al netto degli scarti
✔ 1/2 spicchio d’aglio
✔ 1/2 bicchiere di vino bianco secco
✔ rosmarino
✔ Salvia
✔ olio extravergine di oliva
✔ due cucchiai d’ acqua
✔ sale
✔ pepe nero

🟢 PROCEDIMENTO :
Tagliare la zucca a cubetti, trasferire il una padella con un cucchiaio d’ olio, l’ aglio, la salvia, il rosmarino e due cucchiai d’acqua.
Coprire con un coperchio e cuocere per 8-10 minuti mescolando di tanto in tanto.
Aggiungere il vino e lasciar sfumare ultimando la cottura. Insaporire con poco sale e pepe.


WhatsApp-Image-2021-10-13-at-14.11.37-1-e1635145421783-1280x710.jpeg

Scopriamo insieme diverse tipologie di “pane”. 🍞
A seconda degli ingredienti, tipo di farina, lievito, miscele di cereali, lavorazioni e condimenti aggiunti si possono avere tipi di pane diversi:
➡ Pane comune: è a base di farina più o meno raffinata e di lievito di birra, con o senza sale ma privo di altri ingredienti. Si tratta del più economico, venduto in panini da circa 50-60 grammi ciascuno. Il pane tipo 00 ha 289 calorie/ 100 grammi;
➡ Integrale o “scuro”: prodotto in diverse pezzature, può essere di sola farina completa (con crusca) o mescolata con quella bianca ed è a lievitazione acida. Il vero pane “scuro” è quello realizzato con farina o semola “integrale” completa, non con un mix di “farina di grano con crusca”. Il pane integrale ha 224 kcal/ 100 g;
➡ Cereali: composto da una miscela di vari cereali -farro, kamut, segale per cui prende il nome da quello prevalente in termini di quantità, ad esempio “pane di farro”. Il pane di segale ha 219 kcal/ 100 g; il pane di farro ha 211 kcal/ 100 g; il pane di kamut ha 359 Kcal/100 g. I cereali sono particolarmente indicati per l’assunzione di ferro, soprattutto a colazione;
➡ Pane di segale: occorre sottolineare che di calorie ne apporta 239 per ogni 100 grammi di prodotto, meno del pane “tradizionale”. Il pane di segale nella dieta è adatto per il basso contenuto di grassi, poiché 100 grammi forniscono solo 3,3 grammi di grassi.
➡ Wasa fit: una fetta di Wasa è a base di farina di segale integrale, farina di segale, lievito, sale, e il suo apporto calorico sfiora le 40kcal.-


WhatsApp-Image-2021-10-10-at-15.48.05-e1634563693918.jpeg

𝑩𝒂𝒓𝒂𝒕𝒕𝒐𝒍𝒊𝒏𝒐 𝒈𝒐𝒍𝒐𝒔𝒐 𝒄𝒐𝒏 𝒇𝒓𝒖𝒕𝒕𝒂 𝒔𝒆𝒄𝒄𝒂 🥜 #menochilipiùsorrisi

Dopo averne parlato nel post precedente ecco una ricetta ad hoc 🍉

🟢 INGREDIENTI : per un barattolo della capienza di 400 g
– 3 biscotti Digestive
– 3 cucchiai circa di latte vegetale
– un cucchiaino di cacao
– 4 cucchiai di yogurt greco bianco
– un cucchiaio di granella di mandorle
– un cucchiao di granella di pistacchi
– 2 gocce di dolcificante ( facoltativo)

🔴 PROCEDIMENTO :
Sbriciolare i biscotti, mescolarli con il latte e il cacao e compattare il composto sul fondo del bicchierino.
Lasciar rassodare nella parte più bassa del frigorifero per circa un’ ora.
Aggiungere 4 cucchiai di yogurt greco, la granella di frutta, secca, 2 gocce di dolcificante e mescolare.
Lasciar rassodare in frigorifero.
Prima di servire ultimare con una spolverata di cannella o cacao


mangiare-pasta-fa-ingrassare-1280x720-1.jpg

Ciao pazienti del mio cuore ❤

Oggi risponderò ad una domanda molto gettonata: SI PUO MANGIARE LA PASTA A DIETA❓
Ebbene si, qui sotto troverete la risposta al vostro dilemma 🥳

🟢 Da tempo ormai il mondo scientifico ha rivaluto la pasta, indicata nel passato come un alimento sicuramente gustoso, ma troppo ricco di calorie e carboidrati.
In realtà è ormai chiaro a tutti che la pasta, soprattutto se di qualità, è un alimento sano. Tra l’altro ne esistono di diversi tipi: da quella tradizionale a quella integrale, passando per quelle a base di farine proteiche, come quelle “fatte” con i legumi.

➡ Il pensiero diffuso che la pasta faccia ingrassare è un “mito” da sfatare. Una porzione di 100 grammi di pasta secca contiene circa 350 calorie. Se si tratta di pasta fresca le calorie scendono all’incirca a 130, ma la porzione è più abbondante.

🍝 Che il primo piatto preferito dagli italiani possa far parte di un regime alimentare salutare lo dicono da sempre tutti i nutrizionisti. La pasta ha un indice glicemico medio-alto, ma non è tra i cibi da eliminare per questioni di induzione di iperglicemia rapida, soprattutto quella integrale. Alza la glicemia nel sangue molto meno del pane bianco o di un gelato ricco di zuccheri semplici.

Una scelta più corretta è quella di mangiare pasta integrale. Fatelo almeno quando siete a casa vostra. La pasta bianca potrete sempre gustarla al ristorante o a casa di amici. La versione integrale infatti rallenta l’assimilazione di zuccheri e grassi, dà un maggior senso di sazietà, contiene vitamine e sali minerali. Inoltre, contiene fino a 5 volte più fibre della pasta bianca e proteine in maggior quantità.
⚠Attenzione però se soffrite di coliti e della sindrome dell’intestino irritabile.


WhatsApp-Image-2021-08-23-at-09.06.58-1-e1635145655209-1280x714.jpeg

A cuore aperto.
Ho pensato di intitolare così questo post.
Sapete come la penso, su questo social non voglio essere un’ Influencer ma solo la vostra Dottoressa.
Mi scrivete sempre un mondo di cose belle e intime ma oggi sono io che voglio ringraziare voi, perché grazie al vostro sostegno, alla vostra stima, alla vostra fiducia sono arrivata a questo punto.
In soli tre anni abbiamo il nostro studio #Menochilipiùsorrisi in 7 sedi diverse in tutta Italia.
In soli tre anni siamo diventati una community di quasi 55 mila persone vere.
In soli tre anni ho conosciuto tantissimi di voi, si sono creati rapporti veri, belli.
In soli 3 anni sono riuscita mattone su mattone a costruire un piccolo castello in via Toledo 329, nella mia Napoli.
Grazie pazienti del mio cuore..
Grazie per credere così tanto in me..
Grazie perché, anche grazie a voi, ho superato momenti non facili anche io in questi 3 anni e voi siete stati fondamentali.
Grazie perché mi avete fatto esaudire il mio sogno più grande: diventare la vostra Dottoressa Paola e che onore mi avete donato!
Grazie Grazie Grazie dal profondo del mio cuore.
E non dimenticatevi mai che se davvero desiderate qualcosa, non bisogna smettere di crederci mai, perché solo con tutta la forza e determinazione che abbiamo dentro riusciremo ad esaudire i nostri desideri.
Amiamoci più che mai e sorridiamo al mondo che il mondo così ci sorriderà.
In bocca al lupo a tutti..e come sempre w il lupo!♥️


Caricando...