mirtilli

nascita-tutte-le-fasi-del-travaglio-fino-al-post-parto-orig-1280x853.jpeg

Molte donne durante il travaglio non hanno alcuna voglia di bere o mangiare: i dolori spesso nascondono la sete e la fame, ma mangiare e bere durante i prodromi è utile per avere la giusta energia e aiutare il corpo a svolgere il faticosissimo compito di far nascere il vostro bambino; ma se per caso il travaglio dovesse iniziare subito in maniera molto intensa non temete: potete bere e mangiare anche durante il travaglio attivo!
Mi raccomando, l’importante però è non cedere alla tentazione di mangiare cibi troppo pesanti. È meglio evitare tutto ciò che è ricco di grassi o di fibre, per non appesantire il tratto digestivo.

Cosa si può mangiare durante il travaglio?
Cibi leggeri, senza cottura quindi facili da portare in sala parto!

I mirtilli: sono frutti poco calorici, ma con un buon contenuto di sali minerali come calcio, fosforo, potassio e magnesio e di vitamine: A, C, E e B-carotene.

Le banane sono ricche di potassio, magnesio e vitamine e risultano, quindi un frutto benefico per proteggere la salute della nostra pelle e di tutto l’organismo.
Le banane, inoltre, rafforzano il sistema nervoso, contribuiscono alla produzione dei globuli bianchi grazie al loro contributo di vitamina B6.

Il parmigiano apporta diverse proprietà benefiche. Tra queste le più note sono:
Dona energia pronta all’uso
Rafforza il sistema immunitario
Aiuta a controllare la pressione sanguigna
È facile da digerire
Promuove il senso di sazietà

Barretta di frutta secca: ottima perché è ricca di fibre e di acidi grassi polinsaturi, come Omega 3 e 6, dalle proprietà antinfiammatorie e fondamentali nella protezione del sistema cardiovascolare. È ricca di vitamine A, E e K, e di sali minerali, come magnesio e potassio.


Caricando...