fbpx
Nuova stagione, nuovi alimenti PRIMAVERA #menochilipiùsorrisi

La scelta di rispettare la stagionalità dei prodotti fa bene sia a noi che all’ambiente: mangiare frutta e verdura di stagione comporta l’utilizzo di meno pesticidi, concimi e conservanti, dunque alimenti più salutari e biologici che fanno solo bene al nostro corpo; in oltre c’è da tener conto che gli alimenti fuori stagione vengono prevalentemente da paesi esteri e questo comporta maggiori trasporti e un’incremento del costo.

Siamo arrivati ad un’altra primavera ed è sempre meglio ricordare quale frutta e verdura possiamo trovare in questo periodo per avere un’alimentazione sana e nel rispetto dell’ambiente e dei suoi tempi.

La frutta e la verdura di stagione in primavera è un mix con quella della stagione invernale. In vendita, infatti, troviamo ancora gli agrumi (arance, mandarini e limoni), ma anche pere, mele e kiwi. Lo stesso vale per la verdura, che in questa stagione ci da l’imbarazzo della scelta.

In primavera inoltrata iniziano a comparire quei frutti che tutti amano: le fragole e le ciliegie. Sin da inizio stagione abbiamo: arance, avocado, banane, kiwi, limoni, mandarini, pere e pompelmi. Infine avvicinandoci all’estate avremo un anticipo dei frutti estivi: nespole, albicocche, pesche, meloni e prugne inizieranno a comparire sui banchi ortofrutticoli.

D’altro canto le verdure non sono da meno  zucchine e melanzane sono solo un esempio di quello che la stagione offre. troviamo broccoletti, funghi, lattuga, piselli, ravanelli, rucola, sedano e spinaci. A metà primavera si aggiungono gli asparagi, la barbabietola, i carciofi, le carote, ma anche i cavoli, la cicoria, le fave, i fagioli e le patate novelle. Mentre inizierà ad andarsene la primavera regalerà anche i carciofi, i fagiolini e i primi pomodori di stagione.